E se per muovermi dovessi semplicemente trovare soluzioni creative?

Ecco cosa mi è successo il mese scorso (ottobre 2016).

Ho preso un giorno di ferie e per 4 ore ho camminato per le vie del centro di Milano come non facevo da anni. Quando ho respirato l’aria del parco Sempione e in seguito mi sono trovato davanti al Duomo sono scoppiato a piangere dalla felicità. Mi sentivo come un bimbo che vedeva per la prima volta una cosa nuova. La stessa cosa che mi è successa questa estate quando ho rivisto il mare, dopo aver attraversato una pineta usando una “seggiola”, una sedia a rotelle in gergo toscano :-). Felicità pura. Ma com’è successo tutto questo? Usando Genny (www.gennymobility.com/it ) una sedia elettrica su due ruote autobilanciante che ti consente di spostarti su quasi tutti i tipi di terreno avendo le mani libere.

Sì avete letto bene.

Esattamente 20 anni fa, all’età di 19 anni, mi diagnosticarono la Sclerosi Multipla una malattia degenerativa e incurabile per la scienza. Da sempre il mio corpo (e la mia voglia di vivere) mi ha obbligato ad ascoltare i suoi messaggi e spinto a cercare nuove soluzioni per guarire, affrontando il viaggio della vita con altri occhi.

Fino a quest’estate, in quella pineta sopra una seggiola a 4 ruote, quando le mie gambe mi hanno finalmente permesso di arrendermi e accettare la malattia. Già perché così era, sempre tenuta nascosta principalmente a me stesso.

La vera accettazione di se stesso è il passaggio obbligato per l’inizio della guarigione. Non era più una frase letta su libri o ascoltata dai più egoici guru, ma ora è integrata dentro di me perché vissuta.

E allora Manuel cosa ti serve Genny? Il tuo sogno di correre dov’è finito?

Da quanti anni non visito una città? Da quanti anni devo dire no ad una passeggiata in un bosco o sulla spiaggia. O semplicemente da quanti anni non potevo godere di un parco e della natura che così tanto mi appaga?

Il mio allenamento continua, la mia ricerca anche e così anche la cura verso me stesso.

E il benessere per il mio spirito è essere libero di muovermi ed esplorare posti meravigliosi. Andare al di la dell’Oltre. E con Genny è possibile.

E allora un’altra opportunità che la vita mi dà è quella di chiedere aiuto. Ho imparato che insieme è più semplice. E così è nata l’idea della raccolta fondi, o per i più tecnici Crowdfunding Donation-Based.

È una cifra importante, ma per la felicità dell’essere indipendente e andare praticamente ovunque è nulla.

Un grazie di cuore a tutti quelli che sosterranno questo mio sogno.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...